Il mondo dei podcast e del cinema ha fatto passi avanti e così nel mondo dello speakeraggio ci sono figure professionali che ricoprono ruoli differenti; tra le novità interessanti e le figure professionali che fanno passi in avanti c’è quello del voice over. Visitando la pagina https://www.sixtyseven.it/voice-over/ puoi avere molte più informazioni sul mondo del voice over e in modo particolare su quello delle voci fuoricampo utilizzate tanto nel mondo dell’informazione quanto di quello cinematografico.

Cos’è il Voice Over e quando viene utilizzato

Il Voice Over è uno strumento importantissimo che viene conosciuto anche come voce fuori campo; si tratta di una voce registrata che si va a sovrapporre ad un filmato e viene spesso eseguito da doppiatori professionisti o attori. A differenza del doppiaggio tradizionale che va a ricalcare il labiale dell’attore, il voice over non viene pronunciato da nessuno inquadrato e sembra infatti una voce che vuole raccontare una storia.

Perché scegliere il voice over

Se stai pensando di produrre un film o un video, magari doppiandolo in più lingue, devi sapere che il voice over ha numerosi vantaggi. Puoi infatti riuscire a mantenere i costi sotto controllo, questo perché le voci fuori campo non devono sovrapporsi ad un labiale ed è molto più semplice lavorare di montaggi anche in linguaggi totalmente differenti l’uno dall’altro.

Settori di applicazione delle voci fuoricampo

Quando utilizzare il voice over? Le voci fuoricampo sono spesso utilizzate nel mondo del cinema ad esempio per narrare un antefatto o una storia, sono vere e proprie voci narranti che vanno ad essere utilizzate spesso ad inizio film. Quello che forse non sai è che ci sono molti altri campi di applicazione: Siamo abituati a sentirle ad esempio nei servizi di telegiornale, oppure in alcuni documentari ma vengono utilizzate le voci fuori campo anche per il mondo dei tutorial o dell’e-learning.

Di editor